Autostrada del Brennero






Il progetto preliminare ed il progetto di massima dell’Autostrada del Brennero sono stati elaborati dalla S.E.P.I. nel periodo 1959-1960. Negli anni 1963-1964 la S.E.P.I. curò la stesura del progetto esecutivo generale dell’intera opera, nonché il progetto di dettaglio dei ponti e viadotti.


I lavori di costruzione dell’arteria sono iniziati nel 1964 e sono stati ultimati nel 1973. Il costo degli stessi ammontò all’epoca a circa 243 miliardi di Lire, che, attualizzato, corrisponde a circa 1750 milioni di Euro


L’Autostrada del Brennero si estende, dal confine del Brennero fino al collegamento con l’Autostrada del Sole nei pressi di Modena, per una lunghezza di 313 Km.

La piattaforma stradale presenta caratteristiche diverse nei due tratti Brennero-Verona e Verona-Modena: nel primo è larga 24 metri, con le due carreggiate (da m 10 ciascuna) separate da uno spartitraffico di 3 metri; nel secondo la larghezza complessiva è di 33 metri, con un’aiuola spartitraffico larga 12 metri.

Pur dovendo raggiungere il valico del Brennero, a quota 1375 m s.l.m., il tracciato plano-altimetrico è stato studiato in modo da limitare al 3,8% la pendenza nel tratto Vipiteno-Brennero e all’1,4% la pendenza media dell’intero tratto Bolzano-Brennero.

I ponti e viadotti su cui si snoda l’arteria lungo l’intero tracciato sono 101, per uno sviluppo complessivo di 32,8 Km, mentre per gli attraversamenti sono stati realizzati 260 fra sovrappassi, sottopassi e ponti, per una lunghezza complessiva di 12,8 Km.

Le gallerie unidirezionali presenti lungo il percorso sono 29, per una lunghezza totale di 12,2 Km.

l’autostrada Brescia-Padova (a Verona) e con l’autostrada Milano-Bologna (a Modena).

Nell’ambito degli interventi per la mitigazione dell’impatto ambientale, la S.E.P.I. ha sviluppato negli anni scorsi la progettazione di massima ed esecutiva degli impianti antirumore a protezione dei principali nuclei abitati presenti lungo il tracciato autostradale, in larga parte oggi già realizzati o in via di completamento.

Per la realizzazione dell’autostrada si è resa necessaria la deviazione e ricostruzione di 252 Km di viabilità ordinaria.
Fra le opere d’arte più significative si citano: il viadotto di Colle Isarco, lungo 1028 metri, con una campata centrale lunga 163 metri ed alta 96; il viadotto di Campodazzo, che si snoda per circa 2400 metri con 69 campate di 35 metri di luce; il viadotto per l’attraversamento della città di Bolzano, lungo quasi 3 Km; i 14 ponti sul fiume Adige fra Bolzano e Verona, per uno sviluppo complessivo di 2650 metri circa; il ponte sul fiume Po, lungo 860 metri.